Viaggio a Mindoro orientale

Filippine – Isola di Mindoro,  9-12 Maggio 2011

ImageIl gentile Direttore Gil A. Adora, CESO IV, del Bureau of Fisheries and Aquatic Resources (BFAR) ha invitato ancora una volta Heiko Bleher per continuare il suo lavoro sulle specie edentiche di acqua dolce delle Filippine endemiche specie di acqua dolce. Il signor Stanley Cheng,  il più grande importatore ed esportatore di pesci ornamentali delle Filippine, in gran parte ha coordinato tutto, anche il meetings a Manila dopo l’evento del PET Fish2011 dove Heiko Bleher è stato invitato a giudicare il concorso del Discus e gli Aquascape e a tenere lezioni

 

Filippines – Mindoro Island, 9-12 Maggio 2011

Il gentile Direttore Gil A. Adora, CESO IV, del Bureau of Fisheries and Aquatic Resources (BFAR) ha invitato ancora una volta Heiko Bleher per continuare il suo lavoro sulle specie edentiche di acqua dolce delle Filippine endemiche specie di acqua dolce. Il signor Stanley Cheng,  il più grande importatore ed esportatore di pesci ornamentali delle Filippine, in gran parte ha coordinato tutto, anche il meetings a Manila dopo l’evento del PET Fish2011 dove Heiko Bleher è stato invitato a giudicare il concorso del Discus e gli Aquascape e a tenere lezioni. Sotto mostriamo alcuni luoghi dove è stato Heiko e le specie da lui raccolte:

 

Image

I responsabili del Department of Agriculture e del Bureau of Fisheries and Aquatic Resources, che hanno invitato Heiko Bleher per continuare il suo lavoro sulle specie endemiche di d’acqua dolce delle Filippine (si possono vedere alcuni dei suoi lavori passati: Wangag River e Pinacouan River). Il progetto è quello di fare finalmente il primo libro con le informazioni dettagliate e le foto della fauna d’acqua dolce endemica delle Filippine. Vi è una chiara necessità di catalogare e registrare quello che c’è oggi, a causa dell’allarmante tasso di estinzione, semplicemente a causa dell’introduzione di specie esotiche quasi a livello nazionale e la distruzione degli habitat naturali a causa di costruzioni e il continuo flusso di pesticidi nelle risaie e in altre aree agricole, nei fiumi e nei laghi. Da sinistra: Rosa F. Macas, Direttore Regionale di BFAR 4A; Rosario Del Mundo, PFO di Batangas, Esmeralda Paz Manalang, Assist. Direttore Regionale; Escolastic Dinapo, caoi del FRMD; Connie de los Santos, Amministratore Quarantena di Batangas e Josephine de la Vega, capo del FOFAP.

 

Image

 

Image

Alle 05:00 del mattino sono stato informato, nel mio hotel a Manila, che il viaggio era stato annullato a causa di un Taifun che aveva devastato tutto Btangas e Mindoro, quella notte, ma io volevo partire comunque e insistetti. Con l’aiuto del direttore di BFAR a Batangas, siamo riusciti a prendere dei posti sul traghetto delle 10:30 con direzione Mindoro raggiungendo infine Mindoro orientale alle 13:00.

 

Image

La prima tappa è stata al più grande lago di Mindoro, il Lago Naujan. I responsabili della pesca non avevano i fondi per poterci aiutare nella pesca, ma in seguito, grazie ai capi che si sono resi cordiali e disponibili (sopra) ci hanno aiutato. Al direttore Leo G. Capon è piaciuta molto la nostra nuova pubblicazione annuale: DISCUSBOOK01.

 

Image

 

Image

 

Image

La maggior parte delle popolazioni indigene di tutto il lago vivono di pesca ed oggi utilizzano piccole imbarcazioni colorate in fibra di vetro (in alto). Purtroppo almeno 23 delle specie ittiche registrate dalla commissione di pesca sono esotiche, specie introdotte, come Channa striata, Trichogaster trichogaster, Oreochromis niloticus, Osphronemus gouramy, ecc. (al centro).
Dopo che abbiamo ottenuto combustibile da direttore regionale Emmanuel H. Asis di Calapan, la barca era pronta per circumnavigare il lago.

Image

 

Image

 

Image

In ogni torrente, affluente e/o un fiume cercato per trovare nuove specie, e tra la fitta vegetazione acquatica nel lago, nei punti dove l’acqua è ferma ha trovato Tilapia morte (Oreochromis niloticus), probabilmente a causa di dei pesticidi che che mettono nelle risaie, questo sta uccidenti molti pesci. Invece molte delle specie esotiche introdotte al contrario hanno avuto una crescita esplosiva nel lago, come questi Trichogaster trichogaster, questo perché non hanno nemici naturali in Naujan e spesso prendono il controllo dell’intero habitat delle specie autoctone.

   

Image

 

Image

Vicino al villaggio Pongau sulla sponda orientale del Lago Naujan, la primavera è calda. L’acqua calda arriva ovunque fuori dal terreno. E un po’ più avanti lungo la costa rocciosa ha Heiko trovato una bella, forse nuova, Caridina, un gambero con piccole macchie gialle.

 

Image

 

Image

La commissione di pesca non era a conoscenza dell’esistenza di questo pesce pipa nel lago Naujan, Heiko lo ha trovato nel fiume Borbocolon che scorre nel lago. È forse un Microphis manadensis o una nuova specie.

 

Image

 

Image

 

Image

 

Image

Heiko ha trovato diversi ghiozzi nel lago e nei ricchi torrenti, un totale di 6 o 7 quelli diversi (la commissione di pesca ne ha registrate solo 3), i più comuni (solo quelli registrati) erano Glossogobius giuris (in alto a destra), G. celebensis (in alto a sinistra) e Giuris margaritacea (secondo dall’alto), catturati e mangiati di qualsiasi dimensione. Ma Heiko è stato in grado di trovare un minuscolo gobide, forse una nuova specie e forse anche la più piccola, o una delle più piccole, di quelle conosciute nelle Filippine, Pandaka pygmeae. Questo (il 3° dei Redigobius), era a soli 7 mm di lunghezza standard (vedi anche sopra vicino al dito di Heiko). Sulla riva del lago ha trovato questo, forse lui un Redigobius (sopra a sinistra), che cresce circa 35 mm lunghezza standard.

 

Image

 

Image

 

Image

Nel lago Naujan ci sono una varietà di piante sommerse, qui possiamo vedere due specie di Potamogeton, Lagarosiphon, Ceratophyllum e Myriophyllum, anche diverse Nympheae e specie Nymphoides (in alto). Non solo la specie Oreochromis niloticus è stata introdotta, ma anche la Tilapia mariae (al centro). Purtroppo con tutte queste introduzioni di certo molte (se non la maggior parte) delle sue specie endemiche sono ormai storia… Dall’ufficio della commissione di pesca, una bella vista sul lago Naujan.

 

Image

 

Image

 

Image

Heiko ha voluto fare soprattutto la ricerca nelle sorgenti, zone difficili da raggiungere, e mai esplorate prima. Per fortuna grazie l’auto del direttore Asis, un nuovo 4×4 e al coraggioso conducente Ricko siamo riusciti ad arrivare nella parte alta dell fiume Batangan a 1002 m sopra il il livello del mare. Qui nella corrente Heiko trovato una bella specie di Stiphodon (sopra) …

 

Image

 

Image

… ma in questo fiume sono state introdotte anche Poecilia reticulata (in molte parti delle Filippine ) e specie di Puntius che la gente del posto chiama Paitan, ne ha trovate in quasi singola zona idrica di Mindoro.

 

Image

 

Image

 C’erano due belle specie di Caridina, uno con piccoli puntini bianchi come la neve e blu luminosi, completamente trasparente e l’altra con dei bei colori rossi, simili alle specie conosciute specie Caridina…

 

Image

… un’altra bellezza è stata questa specie, nativa, di Awaous, probabilmente A. ocellaris.

 

Image

 

Image

 

Image

 

Image

 

Image

 

Image

 

Image

Un’altra parte alta del fiume dove Heiko ha voluto fare ricerca, si trovava vicino a Lisap, a 340 m sul livello del mare. È stato un lungo viaggio in auto lungo le risaie infinite e nel fiume pietroso c’era una forte corrente. Ma è stato in grado di trovare un incredibile anguilla, probabilmente una Lamnostoma cf . mindora e un affascinante Rhyacichthys, forse una R. aspro, l’unica conosciuta dalle Filippine, ma Heiko ritiene questo ghiozzo che ha trovato è una nuova specie…

 

Image

 

Image

 

Image

 

Image

 

Image

Ha trovato vari ghiozzi in questa parte del fiume, (partendo dall’alto): Awaous ocellaris, una bella specie di Sicyopterus; un incredibile ancora non identificato gobide, Bunaka gyrinoides e un’altra specie di Stiphodon.

 

Image

 

Image

Ha trovato anche il cosiddetto gamberetto baboo o legno – probabilmente un Atyopsis moluccensis e milioni di Poecilia reticulata, il guppy cetroamericano così come Oreochromis niloticus si è adattato a questo corrente di montagna ed entrambi stanno minacciando le specie autoctone prendendo tutta il poco cibo e anche le loro uova…

 
Image

 

Image

Heiko vuole ringraziare BFAR delle Filippine, ma anche tutte le commissioni di pesca di Mindoro orientale, della loro disponibilità e supporto, grazie alle guide e agli aiutanti che hanno permesso il raggiungimento di questi luoghi remoti in un tempo così breve. Si può vedere anche la parte di ricerca nel Mindoro occidentale, Heiko ha girato l’intera isola.

This post is also available in: Inglese Tedesco Francese Spagnolo portoghese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.